Escursione al Rifugio Treviso

Siamo giunti al quarto episodio del 2019. Anche oggi rimaniamo nel Primiero: l’escursione di oggi ci porta al Rifugio Treviso “Canali”, chiamato così per la Sezione CAI di Treviso che lo gestisce e per la Val Canali che lo ospita. Al ritorno passeremo anche per la Malga Canali.

  • Partenza: Val Canali, loc. Cant del Gal, Tonadico (TN) (1160m slm)
  • Arrivo: Rifugio “Canali” Treviso (1630m slm)
  • Durata del percorso di andata (stesso percorso al ritorno): 1h + 5m (se si fa la deviazione per la Malga Canali)
  • Difficoltà: Media T-E, leggera pendenza, percorso prevalentemente nel bosco
  • Consigli utili: utilizzare calzature adatte

La Val Canali si raggiunge da Tonadico, sulla strada statale 347 che porta a Passo Cereda: dopo un paio di tornanti, una volta intravisto Castelpietra (resti di un antico castello), c’è una deviazione verso sinistra; si incontra prima il Lago Welsperg, poi il parco di Villa Welsperg (uno dei centri visitatori del Parco Naturale di Paneveggio) e infine, proseguendo per una strada tutta asfaltata, si arriva ad un ampio parcheggio (a pagamento), nei pressi della località Cant del Gal, sul quale decido di lasciare l’auto. Ci arriva anche il bus, per chi volesse lasciare l’auto giù a Fiera di Primiero/Transacqua/Tonadico (QUI gli orari della linea B503).

Punto di partenza / parcheggio, su Google Maps:

Volendo si potrebbe arrivare in macchina fino alla Malga Canali, ma non lo sapevo; inoltre la strada, almeno nel 2019, è in riparazione, parzialmente sterrata, sempre in seguito alla Tempesta Vaia (che nelle uscite di quest’anno sembra essere il Leitmotiv…) ed il parcheggio della Malga non è ampio quanto quello del Cant del Gal. A voi la scelta.

Cant del Gal – Parcheggio

Partiamo verso la Malga Canali, prendendo la strada che inizia sulla destra appena prima del Ristorante.

Cant del Gal – Inizio Percorso

Come detto è un percorso facile, nel bosco, in salita a tratti anche ripida, teoricamente asfaltato ma in parte danneggiato durante lo scorso autunno e con lavori a lato strada.

Strada verso Malga Canali ancora deturpata da Vaia
Lavori in Corso e Pale di San Martino

In circa 20 minuti arriviamo al parcheggio di cui accennavo sopra e al bivio verso sinistra che porta alla Malga Canali. Ma faremo una sosta al ritorno, per il momento proseguiamo dritti verso il Rifugio.

Bivio verso Malga Canali

La valle a questo punto si apre e ci lascia ammirare i monti tutti attorno a noi.

Inizio Sentiero 707/718B

Oggi fa caldo, ma non si soffre troppo, sia perché siamo sopra quota 1300m sia perché il tratto esposto al sole è breve: dopo un quarto d’ora si presenta a noi un bivio, che lascia scegliere se proseguire per il sentiero sterrato aperto o svoltare per il bosco.

Il cartello suggerisce quest’ultimo come consigliato, per cui ci adeguiamo e prendiamo il ponte di legno sulla destra.

Ponte di recente costruzione

Troviamo un altro paio di bivi, in cui l’indicazione per il Rifugio Treviso è comunque sempre chiara.

Dopo un breve tratto in piano, il sentiero nel bosco inizia a prendere rapidamente quota con un percorso a zigzag che ricorda in parte quello incontrato ad inizio mese per arrivare al Rifugio Pian de Fontana: all’ombra, un po’ impegnativo per i meno esperti ma non troppo.

Quarto Bivio
Sentiero 707 nel Bosco

Apprezzo anche questa volta la buona manutenzione di percorso e cartellonistica.

Sentiero ben manutenuto

In 45 minuti – un’ora di escursione si arriva infine al Rifugio Treviso.

Arrivo, con indicazioni per altre eventuali mete

Il Rifugio “Canali” Treviso si trova a 1630m, situato in un punto abbastanza panoramico che ci mostra le Pale di San Martino ed una vista parziale (coperta dalle piante) sulla Val Canali sottostante).

Rifugio Treviso “Canali”
Rifugio Treviso – 1630m

Peccato solo per il meteo: le nuvole minacciano pioggia e coprono le vette per la maggior parte del tempo.

Ci fermiamo a pranzare, dove dei gestori giovani e cortesi ci servono i tipici piatti montani. Non ci facciamo mancare il timbro…

Timbro del Rifugio Treviso

Per il timore del tempo, decidiamo di rientrare subito dopo pranzo, ma non possiamo esimerci dal passaggio per la tante volte nominata Malga Canali, occasione per qualche interessante foto da cartolina.

Malga Canali
Malga Canali – Arrivo

Evitiamo fortunatamente il diluvio e torniamo sani e salvi a casa. In questi giorni il “campo base” è Transacqua (TN), per cui le escursioni in Primiero non sono ancora finite!

Vista sulle Pale dalla Malga Canali e Temporale in arrivo

A presto! MV