Escursione da Tonadico al Laghetto Welsperg

Escursione da Tonadico al Laghetto Welsperg

Ancora un Buon 2021 da Dohlomiti! Per la prima Escursione dell’anno vi portiamo in Trentino, nella splendida Val Canali, per quella che in effetti è la continuazione dell’uscita raccontata in Novembre alla Madonna della Luce: se non sapete di cosa stiamo parlando, andate subito QUI a recuperare! E ora iniziamo.

  • Partenza: Chiesetta di San Vittore, Tonadico (TN) (750m slm)
  • Arrivo: Laghetto Welsperg, Val Canali (TN) (1020m slm)
  • Durata del percorso di andata (stesso percorso al ritorno): 1h10m
  • Difficoltà: Turistica TT, brevi tratti in forte pendenza nel bosco
  • Mezza Stella nel Punteggio: appunto, la forte pendenza di alcuni tratti
  • Consigli utili: utilizzare calzature adatte
Punto di partenza / parcheggio, su Google Maps:

Per la prima parte, che va da San Vittore al Capitello della Madonna della Luce, vi rimando ancora all’articolo di Novembre 2020. Ripartiamo dalla Centrale Boaletti.

Centrale Boaletti

Una volta superata la Vasca, ora restaurata a fini didattici (circa 30 minuti da Tonadico), ci inoltriamo nel bosco.

Da Centrale Boaletti al Sentiero

Anche se potrebbe non sembrare subito chiara la strada da prendere, ci aiutano i paletti con la punta rossa piazzati sapientemente lungo il percorso.

Inizio Sentiero

Subito la strada inizia a salire e ci viene suggerito di svoltare a sinistra, per una via un po’ più ripida ma breve e meno scivolosa.

Prima Scorciatoia

Rientriamo poco dopo sul Sentiero principale che prosegue con pendenza costante. Se fino alla Madonna della Luce il percorso è stato facile e in discesa (o quasi piano, se si è partiti dal Torrente Canali anziché da San Vittore), questo è il momento di salire con passo costante (niente di eccessivo, ma neanche adatto ai passeggini…).

Ripresa del Sentiero Principale

Chi ha allestito il Sentiero ci spinge nuovamente, dopo pochi metri e un tornante, ad abbandonare la via maestra per quella che sembra una deviazione più ripida, stretta e veloce.

Seconda Scorciatoia

Questa nuova traccia prosegue più in profondità nel bosco, sempre in salita, con il classico andamento a “zigzag”.

Sentiero a Zigzag

Dopo circa 20 minuti di salita (partendo dalla Centrale Boaletti) arriviamo ad una palestra di roccia, nonché punto di partenza per chi vuole salire a Castelpietra.

Palestra di Roccia

Noi, che siamo incuriositi, non ci fermiamo per non perdere di vista l’obiettivo. Magari al ritorno…

Deviazione per Castelpietra

Una volta superata qualche pianta che rallenta il passaggio, proseguiamo nel bosco, stavolta in piano, ed iniziamo ad intravedere sulla destra la strada asfaltata che conduce in Val Canali.

Bivio

Ancora pochi passi e le fronde degli alberi si aprono per lasciar spazio ad un magnifico prato baciato dal sole.

Fine Bosco?

Sulla sinistra possiamo rivedere Castelpietra, davanti a noi le Pale di San Martino e alla nostra destra un ruscello che supereremo agevolmente grazie ad un primo ponticello (non sarà l’ultimo).

Ponticello

Una volta attraversato il secondo ponticello inizia l’ultima parte dell’uscita.

Altro Ponticello

Rientriamo nel bosco e si riprende a salire, con pendenza anche elevata; ma il tratto è breve, non ci si stanca troppo.

Si riprende a salire

Dopo 10 minuti abbiamo terminato l’ascesa: d’ora in poi si terminerà la traversata in quota. Vediamo un terzo ponticello sulla destra ma ci affidiamo ai paletti “testarossa” e proseguiamo diritti (e facciamo bene).

Altro Bivio

Eccoci al quarto e (SPOILER!) ultimo ponticello. Siamo arrivati!

Ultimo Ponticello

Unico ostacolo rimasto è l’attraversamento della strada asfaltata che conduce a Villa Welsperg e al Cant del Gal (ricordate la nostra Escursione al Rifugio Treviso?): occhio alle macchine!

Arrivati

Eccoci arrivati al Laghetto di Villa Welsperg, un piccolo specchio d’acqua che ospita quotidianamente sulle sue rive decine di amanti del Picnic e della fotografia (dai che le Pale fanno sempre fare bella figura a tutti gli appassionati dello scatto perfetto!).

Laghetto Welsperg

Questo è spesso il punto di partenza per passeggiate ed escursioni più impegnative, che non mancheremo di raccontarvi su queste pagine. Ma per oggi è il momento di rientrare.

Si torna

Ci rituffiamo subito nel bosco, perché la fame inizia a farsi sentire ed il nostro “Campo Base” è a Pieve…

Di nuovo in Sentiero

Rivedere Castelpietra a due passi ci spingerebbe a salire, ma sembra che quest’anno non sia possibile per gli alberi caduti tutti attorno alla via di accesso. Ci proveremo l’anno prossimo…

Castelpietra

In tre quarti d’ora ci troviamo nuovamente alla Madonna della Luce, che superiamo agevolmente, diretti verso casa.

Il Sentiero di Andata

Sulla destra rivediamo il sentiero che ci ha condotti fin qui da Tonadico, ma stavolta proseguiamo diritti per la versione “facile” del percorso… E in pochi minuti ci ricongiungiamo alla Strada Statale che scende da Passo Cereda. Ora non ci resta che seguire verso valle il Torrente Canali e rientrare verso Fiera di Primiero.

Fine

Coma già avevo detto in occasione della passeggiata raccontata a Novembre, parcheggiare qui la macchina rende più agevole alle famiglie raggiungere il Capitello e la Centrale didattica, ma ci si perde tutto il giretto in bosco… A voi la scelta.

E anche per oggi è tutto. A presto! MV